Salte a conteúdo principal

Hitachi

Social Innovation

Prendiamo i dati sul personale

È arrivato il momento di prendere la protezione dei dati personali un po’ più sul serio

Ti sentiresti a tuo agio ad annotare il tuo indirizzo o i dettagli del tuo conto corrente e darli a uno sconosciuto?

Probabilmente no, vero? Ciononostante, ogni giorno milioni di persone rilasciano spontaneamente queste informazioni, e altre, online. Le organizzazioni che detengono i nostri dati sono incaricate della loro sicurezza, ma i consumatori dovrebbero prendere in mano la situazione e i dati un po’ più sul personale..



Chi, cosa e dove?

Ci sono dei semplici passaggi che chiunque può seguire per proteggere meglio i propri dati. Non dovremmo mai presupporre che tutto è come sembra online…

È importante sapere chi gestisce il sito Web a cui si trasmettono i dati, dato che i truffatori creano siti per fingersi aziende legittime; i siti legali terminano generalmente con “.com” o “.co.uk”, mentre i siti fraudolenti appariranno come “amazon.com.biz.gp”. Accade lo stesso con le e-mail di “phishing”, che sono progettate per apparire come se fossero state inviate da una banca e invitano a fare clic su un link. Controlla sempre l’indirizzo dell’e-mail: se contiene numeri e lettere casuali, non aprirla.

Spesso, ti viene data la possibilità di scegliere se fornire più informazioni del necessario. Ad esempio, potresti fornire con piacere informazioni inerenti alle tue preferenze di colore a un’azienda d’abbigliamento, oltre al tuo indirizzo e-mail, per ricevere consigli personalizzati. Tuttavia, quando le informazioni vengono richieste senza una motivazione chiara, è un’ottima idea evitare di darne più del necessario.

Leggi in materia di protezione dei dati: la nuova generazione

La buona notizia per i consumatori è che i legislatori hanno facilitato la protezione personale. L’Europa gode oggi delle normative sulla protezione dei dati più severe al mondo. Denominata Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (General Data Protection Regulation, GDPR), la normativa UE è entrata in vigore il 25 maggio 2018, ed è stata redatta per proteggere le informazioni personali degli individui. Probabilmente, avrai notato un mucchio di e-mail di marketing che ti chiedono di permettere alle aziende di continuare a inviarti un mucchio di e-mail di marketing. Questo è uno degli effetti della normativa, ma, cosa più importante, il GDPR conferisce ai consumatori il diritto di negare il proprio consenso per alcune modalità di utilizzo di dati o per l’accesso alle informazioni personali da parte dei broker di dati e di cancellare totalmente le informazioni. Per scoprire di più, dai un’occhiata alle normative ufficiali.

Tecnologia di dati: un futuro anonimo

Oltretutto, la tecnologia sta dando una mano. La pratica del rendere anonimo (per mezzo della quale le informazioni personali sono convertite in una forma che non rende l’individuo identificabile) attraverso l’analisi dei big data basata su cloud è destinata a crescere, dato che le aziende si stanno adoperando per attenersi alle nuove normative. Per rendere questo processo più sicuro, Hitachi ha sviluppato una tecnologia che dirige l’anonimizzazione in un modo sicuro.

Conoscere meglio le pratiche, le normative e la tecnologia di protezione dei dati è essenziale per la sicurezza online.