Salte a conteúdo principal

Hitachi

Social Innovation

Reti idriche e città, così si fanno “smart”

I sistemi idrici intelligenti stanno migliorando l’approvvigionamento di intere comunità di persone in tutto il mondo: andiamo a vedere come

Rendere intelligente l’approvvigionamento idrico è tanto importante quanto rendere intelligenti le nostre città. Di seguito esaminiamo come funzioneranno i sistemi idrici intelligenti e come ci aiuteranno a preservare questa preziosa risorsa.

Quanta acqua consumate ogni giorno, tra bere e lavarvi? Avete mai pensato a come quell’acqua sia arrivata dalla sorgente al rubinetto di casa vostra? Serve un’enorme quantità di energia eppure, spesso, ce lo dimentichiamo. In un contesto in cui le città puntano a diventare più intelligenti e più sostenibili, ridurre la quantità di energia utilizzata per i nostri sistemi idrici appare fondamentale.

Si prevede che, entro il 2020, il 56% della popolazione mondiale vivrà in aree urbane e che le città dovranno far fronte a una pressione crescente sulle risorse, tra cui l’accesso all’acqua pulita. La necessità di preservare questa preziosa risorsa sembra più impellente che mai: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, entro il 2025 la metà della popolazione mondiale vivrà in aree soggette a stress idrico. Come possiamo quindi trarre vantaggio dalle opportunità offerte dall’era dell’Internet delle cose e utilizzare la tecnologia intelligente per rendere il nostro consumo d’acqua il più efficiente possibile?

Ecco a voi... le reti idriche intelligenti! Ormai si parla ovunque di smart city; affinché queste si traducano in realtà, tuttavia, dobbiamo prima di tutto rendere intelligente l’approvvigionamento dell’acqua. Il primo passo verso questo obiettivo è quello di aggiornare e modernizzare le obsolete infrastrutture idriche, alcune delle quali sono in funzione da più di un secolo, con le tecnologie dell’Internet delle cose, in modo da consentirne la reciproca connessione e la comunicazione con altre parti dell’impianto e della città.

Ma che cosa sono gli impianti idrici intelligenti e come funzionano? Gli impianti idrici intelligenti, proprio come gli impianti energetici intelligenti, utilizzano sensori attivati dall’IoT per raccogliere dati in tempo reale. Ciò permette un’ottimizzazione delle strutture idriche mediante il rilevamento di perdite o il controllo della distribuzione dell’acqua sulla rete e consente alle persone di prendere decisioni più consapevoli in merito alla gestione delle risorse idriche. Questi sensori intelligenti, ad esempio, possono rilevare delle perdite nelle condutture e avvisare immediatamente gli ingegneri della necessità di intraprendere delle misure per attenuarne le conseguenze. Si tratta di opportunità di grande rilevanza, se consideriamo la stima secondo cui, in Inghilterra e in Galles, ogni giorno vengono sprecati 3,3 miliardi di litri d’acqua a causa di perdite nelle infrastrutture.

Tali dati sono ancora più preziosi se condivisi: i team di gestione dei bacini idrici, ad esempio, possono utilizzare le tecnologie predittive per comprendere quando e in quali aree esista una maggiore probabilità di inondazioni, prima che queste avvengano effettivamente. I responsabili dei trasporti, condividendo queste informazioni, possono avvertire preventivamente le persone riguardo ai rischi e deviare conseguentemente il traffico. L’intelligenza predittiva resa possibile dall’IoT e dai big data avrà un enorme impatto sulle città, consentendo di risparmiare tempo e preservare le risorse.

La gestione idrica in tempo reale sta determinando grandi risparmi in termini di efficienza. Lo scorso anno, l’azienda di erogazione britannica South West Water si rivolse a Hitachi Consulting per ottimizzare le operazioni idriche, attraverso l’integrazione di soluzioni basate sull’IoT. L’obiettivo era gestire le operazioni in modo più efficiente utilizzando dati e analisi in tempo quasi reale. Hitachi, grazie alla tecnologia cloud, sta aiutando la società a gestire l’affidabilità della propria rete e a migliorare il servizio offerto ai propri clienti.

Questi vantaggi si estendono anche ai clienti: la tecnologia idrica intelligente consente loro di monitorare a distanza il proprio consumo mediante apposite app. È inoltre in grado di avvertirli in caso di perdite, consentendo loro di risolvere tempestivamente il problema ed evitando gli inutili sprechi. I dispositivi idrici intelligenti, che hanno sempre più seguito tra i consumatori, offrono la possibilità di monitorare il proprio consumo idrico e di prendere decisioni in base ai dati osservati, per utilizzare l’acqua in modo più sostenibile e ridurre i costi.

In un momento in cui ci impegniamo a sfruttare appieno le occasioni di diventare sostenibili offerteci dalla tecnologia, è importante non dimenticare la risorsa senza la quale, dopotutto, non possiamo fisicamente fare a meno. Aggiornare i sistemi idrici con la tecnologia intelligente non contribuirà solamente alla gestione della crescente domanda derivante dall’urbanizzazione di massa, ma anche alla riduzione degli sprechi, rendendo così il nostro consumo più efficiente.